OTB39_044

Vittorio Troccoli, dai tavoli cash game al Barracudas39


Eh già! Dei 1.170 entries ne è rimasto solo uno, come gli highlander. Si conclude infatti con la proclamazione del vincitore di questa 39esima edizione di Only the Barracudas questa lunga settimana di poker. Il titolo di 39esimo Barracudas spetta ad un player/amico della poker room, regular cash game che oggi è stato supportato da tutti gli altri “colleghi” impegnati ai tavoli dell’area cash e da Nicola Fiorello (vincitore di OTB32). Parliamo di Vittorio Troccoli che ha messo in fila il field agguerritissimo del final day appena concluso, battendo in heads up Darko Sakotic ed intascandosi un premio da 26.000 euro, il ticket per l’Evento #1 di WSOP Circuit – 600.000 euro garantito, ed il trofeo.

E’ stata una giornata da incorniciare quella di Troccoli, quest’oggi, è riuscito a portare il suo stack iniziale da 4.890.000 gettoni sino ad oltre 11milioni ad inizio del tavolo finale a 9 giocatori, sbagliando poco o nulla e cambiando marcia con l’alzarsi dei bui, adattando il proprio gioco al giocatore che aveva di fronte in quel momento. Camaleontico, al punto di non riuscir a dare punti di riferimento precisi agli avversari. Certamente le moltissime ore e mani spese ai tavoli cash game oltre ai numerosi tornei cui ha partecipato, ha vinto un Red Shark ad Agosto dello scorso anno e ad una settimana di distanza piazzò anche un terzo posto a Only the Barracudas 30 (vinto da Tommaso Castronovo).  “Nessuna strategia predefinita. Adatto il mio gioco mano dopo mano, a seconda di chi mi trovo di fronte e della fase del torneo” è stata la sua risposta quando gli è stato chiesto quale tipo di strategia avesse pianificato.

Non lo abbiamo mai visto scomporsi, Troccoli, durante tutti gli ultimi due giorni in cui lo abbiamo seguito un pò più da vicino, ci ha impressionato per la pressione messa al tavolo televisivo durante il Day2. Al tavolo finale è arrivato ad avere 19milioni di gettoni quando i giocatori erano rimasti in 6, è sceso sino a quota 11milioni quando è iniziata la pausa cena per poi rifare stack cedendo pochi gettoni agli avversari. La mano che lo rilancia e consolida la sua chipleading è quella che porta all’eliminazione dei Fabio gamba in quinta posizione, con Gamba che decide di openshovare per poco più di 5 milioni con Ax7x trovando il futuro vincitore con AxKx board liscio e stack che ritorna oltre i 16 milioni.

Poi è stato un gioco fatto di attesa, sfruttando i leak dei giocatori che, probabilmente, avevano meno esperienza di lui vincendo tanti piccoli piatti uncontested, foldando sul big blind senza aver la smania di difenderlo a tutti i costi, un risparmio in termini di stack che può fare veramente la differenza. Non era convinto di vincerlo, lo ha confidato alla nostra Michela “Micia” Antolini, ma lo ha giocato per vincerlo, od almeno questa è stata l’impressione che abbiamo avuto noi dall’esterno. Celebriamo quindi un nostro affezionato giocatore che quando è in poker room “mi sento come in famiglia per le attenzioni che ci riservate” – ci ha detto – e di questo non possiamo far altro che ringraziarlo.

Di ciò che è accaduto prima della composizione del tavolo finale a 8 giocatori ne abbiamo già parlato qui, ora vediamo cosa è successo durante il lungo tavolo finale televisivo durato oltre 6 ore.

Cominciamo con il dire che la discesa da 8 a 5 giocatori è stata piuttosto repentina. Il primo giocatore eliminato dal tavolo finale ufficiale è stato Roberto De Ferrari, sfortunato nello spot decisivo, che deve accontentarsi dell’ottavo posto

I bui sono 100K 200K ante 20K, apre Roberto De Ferrari a 460.000  da utg con AdQc difende Troccoli dal big blind con Qs9s, il flop è AsKs6s. Troccoli esce in donkbet a 400.000, chiama De Ferrari. Il turn è un 4c second barrel di Troccoli a 800.000 che rova ancora il call dell’avversario. Il river è un Ah, Troccoli shova diretto e De Ferrari chiama in allin per poco più di 4 milioni non credendo assolutamente al draw nuts chiuso già al flop di Troccoli.

Il settimo posto è per Ervin Gjini, anche lui non propriamente fortunato nello showdown decisivo.

Siamo sempre a T200K, limpa da utg Fabio Gamba con AsJc, foldano tutti fino a Gjini che apre il gioco a 700.000 con TcTd, 3bet in allin per 4.065.000 di Gamba e call di Gjini (che era convinto di essere più lungo dell’avversario in termini di stack). Il board recita Js7cQh9dAs un progetto si era aperto al turn per Gjini, che purtroppo non si concretizza al river estromettendolo dalla corsa ai 26.000 euro di prima moneta.

Il sesto posto è per Giuseppe Vulcano cui va dato sicuramente il premio della pazienza dato che ha foldato tutto ciò che si poteva foldare sino a rimanere con 5 bui, trovando poi un primo raddoppio su Troccoli, e quando pareva che il torneo potesse prendere la strada sperata sè costretto alla resa.

Apre Raffaele Galati da cutoff a 500.000 (si gioca il T200K) con AsKc chiama da bottone Darko sakotic con 4h4s 3bet-shova Vulcano per 2.400.000 gettoni con 8h8d, fa solo call Galati mentre folda Sakotic. Il board recita Ah2s4d9h2h, pot che termina nelle mani di Galati mentre per Vulcano si apre la strada verso le casse della poker room.

Dell’uscita di Fabio Gamba in quinta posizione ne abbiamo già parlato poco più sopra. Amara è invece l’uscita di Francesco Papagno in quarta posizione. Il giocatore fiorentino, spetta anche a lui l’oscar della pazienza, nonostante si fosse accorciato sino a 1.800.000 gettoni, quando era in corso il livello 300.000-600.000 ante 50.000, riesce a risalire sino a quota 5.800.000, stack che openshova nella mano decisiva per il suo torneo quando spilla AhKs trovando il call di Darko Sakotic con AcQc subito una Dama al flop regala a Sakotic la top pair, ma le tre carte a cuori sul flop tengono aperte diverse porte, ma il flush draw non si concretizza, per Papagna, nelle due street successive, ed il final table di Only the Barracudas 39 arriva così alla composizione del podio.

La terza posizione è per Raffaele Galati che dal Day1E ha sempre frequentato le parti alte del chipcount.

Lo spot che lo porta all’eliminazione è figlio, probabilmente della troppa stanchezza. Si gioca il livello T800K, apre a 2.000.000 Galati con 7d6d ricevendo in risposta l’allin per 25milioni di Vittorio Troccoli che in mano ha AdTd, “sono costretto a chiamarti” è l’afferamzione di Galati ed infatit chiama. Il board recita 5xKx3x8xQx, un call molto azzardato, è l’impressione di chi vi scrive, lo estromette dal torneo.

L’heads up fra Vittorio Troccoli e Darko Sakotic inizia con un divario incredibile in stack – 36.000.000 per Troccoli, 11.000.000 per Sakotic. L’inizio è tutto a favore di Troccoli che porta l’avversario a perdere il 50% del proprio stack nel giro di 6 mani, ma Sakotic è giocatore piuttosto ostico e sopratutto capace di non innamorarsi troppo delle carte (abbiamo potuto apprezzare dei grandissimi fold durante tutto il tavolo finale) e sopratutto non si da mai per vinto. Al punto che riesce a raddoppiare ritornando oltre quota 11 milioni As7s ves Ks5s di Troccoli che dopo l’apetura non ha più possibilità di foldare.

ma l’epilogo arriva poche mani dopo quando i due players finicono ai resti su 5d4c7x Sakotic con Ac3c Troccoli con Ks5h, il turne è una Qc che apre anche il flush draw nut per Sakotic, ma un Jx al river chiude i giochi per questa edizione di Only the Barracudas, è il tempo delle foto di rito e di pensare al Red Shark Unlimited edition 50.000€ garantiti che comincerà tra poche ore.

Di seguito il payout di Only the Barracudas 39

  • Entries: 1.170
  • Montepremi: 141.862€
#PLAYERPREMIO
1TROCCOLI VITTORIO26.000 €Ticket Ev.#1 WSOPC
2SAKOTIC DARKO17.300 €Ticket Ev.#1 WSOPC
3GALATI RAFFAELE12.100 €Ticket Ev.#1 WSOPC
4PAPAGNO FRANCESCO9.200 €Ticket Ev.#1 WSOPC
5GAMBA FABIO7.300 €Ticket Ev.#1 WSOPC
6VULCANO GIUSEPPE5.800 €Ticket Ev.#1 WSOPC
7GJINI ERVIN4.460 €Ticket Ev.#1 WSOPC
8DE FERRARI ROBERTO3.200 €Ticket Ev.#1 WSOPC
9CANDIDO DOMENICO2.352 €Ticket Ev.#1 WSOPC
10POLETTI RENZO1.600 €Ticket Ev.#1 WSOPC
11MIGLIORISI MARIO1.600 €
12RINALDI MICHELE1.600 €
13CORAPI GIUSEPPE1.300 €
14BELIAKOVA TATIANA1.300 €
15CREVENA ALESSANDRO1.300 €
16CALDERONE PAOLO1.020 €
17MACCHIA MATTIA1.020 €
18MANGANO FABIO1.020 €
19GIACALONE ALBERTO1.020 €
20NORI KOROSH1.020 €
21CALATI COSIMO800 €
22DI GREGORIO MAURIZIO800 €
23SALVATORE GIOVANNI800 €
24BAZZARELLO STEFANO800 €
25RUGGIERO FABIO800 €
26PAOLI’ MAURIZIO800 €
27DI GIULIO ANGELO800 €
28CIBELLI PAOLA800 €
29AFFUSO DOMENICO800 €
30VIALI CRISTIANO800 €
31COLOMBO DARIO650 €
32BERTOLINO ANTIMO650 €
33PRESTI GUIDO650 €
34CAPELLINI OTTAVIANO650 €
35MALOKU ALBAN650 €
36KOROLCHUK SVIATOSLAV IVAN650 €
37BUSSMANN DANIEL650 €
38SORRENTINO UMBERTO650 €
39GARGANO PASQUALINO650 €
40DEL BOCA GIORGIO650 €
41CALABRO’ CONCETTA500 €
42EL RAIS MOHAMAD500 €
43BERTE’ FRANCESCO500 €
44SORRITELLI ALESSANDRO500 €
45ROSSI VALERIO500 €
46ADEMI BLERON500 €
47GUNGOR DOGAN500 €
48KARAKASHI DENIS500 €
49MATERA MIRCO500 €
50ZAFFARONI STEFANO500 €
51FIORELLO NICOLA500 €
52DE BELLIS EDOARDO500 €
53IANNETTI ROBERTO500 €
54TARANTINI MAURO500 €
55ALTAMORE STEFANO500 €
56GRAZIANO MARCO500 €
57ZIGLIOLI GIORDANO500 €
58HYSEMBELLI RENATO500 €
59TESCIONE CESARE500 €
60GEROSA ROBERTO500 €
61GAROFALI MATTEO400 €
62CARIBONI MARCO400 €
63PRUITI ANDREA400 €
64PETRILLO ORLANDO400 €
65BONISSI DARIO400 €
66RUSSO ANTONINO400 €
67LOZANOV SIMEON400 €
68ROSSI MASSIMO400 €
69ATTILI NICOLA400 €
70VERGANI FRANCO400 €
71PIOLLE JEAN NICOLAS400 €
72ROMANO COSIMO400 €
73GIULINI MARCO400 €
74DI GIUSEPPE ROBERTO400 €
75GALAN ANDREA400 €
76CERANA ALESSANDRO400 €
77PRATI MAURIZIO400 €
78MIGHETTO ALESSANDRO400 €
79FUSCO ALESSANDRO400 €
80MILVINTI MAURIZIO400 €
81MANFREDI ROBERTO400 €
82RIVETTI DARIO400 €
83CANZIO DOMENICO400 €
84MARINONI GABRIELE400 €
85MARAN MASSIMO400 €
86DAMONTI DOMENICO400 €
87IACONIS FRANCESCO400 €
88MANCIN EUGENIO400 €
89COMAN VIOREL400 €
90MIRAGLIA SILVANO400 €